pavimenti in resina... fai da te?!

08/03/2019
pavimenti in resina fai da te

Quanto é davvero possibile il "fai da te" nel settore dei pavimenti in resina?

L’avvento del web ha consentito una diffusione globale di informazioni, con una rapidità e quantità senza precedenti nella storia dell’uomo. Purtroppo il web è anche divenuto la fonte primaria di diffusione di errate informazioni, false pubblicità e colossali bufale.
E il caso anche dei pavimenti in resina.
Le informazioni che si trovano in rete circa questo argomento, non fanno altro che accrescere il livello di confusione dei potenziali acquirenti.
Recentemente, mi capita spesso di imbattermi in articoli finalizzati a proporre i pavimenti in resina con tecnica “fai da te” (ovvero, comprate la resina e poi provvedete voi stessi a posarla, con la promessa da parte del fornitore che risparmierete un sacco di soldi).
Chi conosce le tecniche di applicazione delle resine per pavimenti, rimarrà sicuramente sbigottito nello scoprire che oggi anche un profano può realizzare un’opera che sino a ieri richiedeva una elevata specializzazione.
 

pavimento in resina fai da te

la verità?

Già dalle informazioni basilari che compaiono in questi articoli (per lo più frutto di copia-incolla), un professionista intuisce che lo scrittore ha gravi lacune tecniche e sta diffondendo informazioni errate.
Giusto per citarne alcune:

  • Preparazione del sottofondo. La preparazione del sottofondo richiede macchinari, quali levigatrici a mole diamantate e carteggiatrici. Utensili generalmente non alla portata del fai da te! Se il sottofondo non viene accuratamente preparato ed irruvidito la resina potrebbe distaccarsi in futuro.
  • Applicazione delle resine. A parole sembra tutto facile, ma con in mano una spatola la situazione è ben diversa. Occorre conoscere il materiale e le tecniche applicative di ogni singolo strato.
  • Le materie prime. Molti degli articoli citati non fanno distinzione tra i pavimenti in resina industriali ed i pavimenti in resina per la casa od il negozio. Sappiate, che le resine per uso industriale e le resine che si usano per il pavimento di casa vostra non hanno in comune praticamente nulla!
  • I pavimenti in resina sono molto resistenti ai graffi. Falso! (in parte) Un buon pavimento in resina è resistente, ma non avrà mai la resistenza al graffio di una ceramica.
  • Risultato garantito? Un professionista applicatore di resine sa che in ogni “cantiere” vi sono diverse problematiche da affrontare e da risolvere per una buona riuscita dell’opera. L’esperienza conta.
  • Costa poco. Falso! I pavimenti in resina ad uso civile non sono a buon mercato. Mi sono imbattuto in un articolo che riportava prezzi a partire da 10-15 €/mq. Assurdo! Con quella cifra non si può neanche pensare di acquistare delle materie prime di qualità, che hanno costi decisamente superiori.
     
pavimenti in resina fai da te

ma quindi, se voglio realizzare un pavimento in resina, cosa devo fare?

  1. Rivolgetevi ad un professionista che si occupi esclusivamente del tipo di pavimentazione che state cercando (microcemento?).
  2. Cercate di evitare personaggi che dalla sera alla mattina si sono reinventati come posatori di pavimenti in resina (..e purtroppo ce ne sono tanti).
  3. Non fermatevi davanti alla facciata di un bel sito web. Cercate di capire se dietro c’è davvero un professionista.
  4. Cercate una azienda vicino a casa! Inutile mandare mail ad aziende che stanno a 500 km da voi!
  5. Cercate di informarvi e di chiarirvi le idee, visitate eventualmente uno showroom e decidete quale aspetto estetico volete ottenere.
     

...ma se siete ancora convinti di voler realizzare "fai da te" il vostro pavimento in resina..

Nulla è impossibile se ci si applica con convinzione e dedizione. Se disponete di una buona manualità e desiderate cimentarvi nell’opera, i passi principali sono:

  • imparare a posare la resina (ovviamente). Richiede necessariamente la partecipazione ad un corso di formazione. Alcune aziende specializzate nella formulazione di resine per pavimenti organizzano saltuariamente questi corsi per applicatori. Un corso di base ha una durata di circa 2 o 3 giorni.
  • Trovare un’azienda che noleggia i macchinari che vi occorreranno (levigatrici e carteggiatrici).
  • Allenarsi a posare la resina su superfici “usa e getta”, tipo tavole di legno. Non fate esperimenti sul pavimento di casa, sino a che non avrete preso confidenza con la materia e le tecniche di applicazione.

Buona fortuna!
 

Segui Atef su Twitter
Segui Atef su Facebook
Segui Atef su YouTube
Segui Atef su Instagram

Atefchannel

Atefchannel on YouTube

Visita il Canale

Possiamo esserti utili?

Vuoi iscriverti alla newsletter?
Accettazione Privacy Policy   *

Perchè contattarci?

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi saperne di più?
Non esitare a scriverci, compila il modulo!

  Web Agency XODUS New Media

Possiamo esserti utili?

Compila tutti i campi. Ti ricontatteremo in tempi brevi.