pavimenti industriali in resina autolivellante

29/06/2011
pavimenti industriali in resina autolivellante

I pavimenti in resina autolivellante sono sicuramente la tipologia più conosciuta di rivestimenti resinosi. La posa dello strato autolivellante di resina (generalmente epossidica) permette di realizzare pavimenti dal design particolarmente gradevole, liscio, monocromatico.
In ambito industriale i pavimenti in resina autolivellante sono particolarmente apprezzati anche per le indubbie doti tecniche, la facilità di pulizia, la totale impermeabilità e l’ottimo rapporto prestazioni/costo.
I pavimenti industriali in resina autolivellante necessitano di una accurata preparazione ed irruvidimento del sottofondo mediante pallinatura. Successivamente, vengono applicate a spatola due mani di primer aggrappante a base epossidica. Segue la posa dello strato autolivellante a base di resina opportunamente caricata con sabbia fine di quarzo in curva granulometrica. Il pavimento così ottenuto può considerarsi finito o, in alternativa, è possibile aggiungere uno strato di finitura poliuretanica al fine di accrescerne le doti tecniche ed estetiche.
Le fasi di applicazione, per il rispetto dei vari tempi di indurimento, richiedono almeno 7 giorni.
La normativa prevede uno spessore totale del rivestimento resinoso, misurato a secco, non inferiore a 2 millimetri.
I pavimenti in resina autolivellante vedono il loro giusto collocamento all’interno di industrie farmaceutiche, alimentari, chimiche, elettroniche, etc.
 

Segui Atef su Twitter
Segui Atef su Facebook
Segui Atef su YouTube
Segui Atef su Instagram

Possiamo esserti utili?

Vuoi iscriverti alla newsletter?
Accettazione Privacy Policy   *

Perchè contattarci?

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi saperne di più?
Non esitare a scriverci, compila il modulo!

  Web Agency XODUS New Media

Possiamo esserti utili?

Compila tutti i campi. Ti ricontatteremo in tempi brevi.