Pavimento industriale: l'importanza della massicciata e del sottofondo

04/03/2022

In questo video cerco di illustrare brevemente l'importanza della massicciata nella realizzazione di pavimenti industrali.

Purtroppo la rumorostà di fondo del cantiere ha peggiorato l'audio del video, il quale risulta comunque comprensibile.

I pavimenti industriali in calcestruzzo vengono definiti come delle piastre in appoggio continuo su supporto cedevole.
La massicciata é lo strato che ha il compito di collegare il sottosuolo e la pavimentazione in calcestruzzo, di supportare (e sopportare) i carichi statici e dinamici che graveranno sul pavimento stesso.
Risulta ovvio, che per avere un pavimento che non sia cedevole, che non sia soggetto a futuri sfondamenti ed altre varie problematiche, la massicciata di sottofondo dovrà avere una adeguata PORTATA.
Purtroppo, nonostante la massicciata abbia il compito di sopportare tutti i carichi che trasferiremo al pavimento, risulta essere la componente più sottovalutata nell'ambito di cantiere. Molto spesso mi trovo a visitare cantieri in cui la massicciata viene usata come una vera e propria "discarica di rifiuti"; questo getta inevitabilmente le basi per un clamoroso insuccesso.
la massicciata di sottofondo deve avere precise caratteristiche, come spiegato dalle normative e, ad esempio, anche dal codice di buona pratica Conpaviper; deve essere composta da un misto granulare di adeguata curva granulometrica e con pezzatura massima di 75 mm, e deve avere determinati gradi di planarità. la planarità contemplata é di +/- 4 centimetri su 4 metri.

la planarità della massicciata é importante non solo per garantire uno spessore costante del pavimento in calcestruzzo, evitare riduzioni di spessore od inutili sprechi, ma anche per garantire il naturale scorrimento della pavimentazione, la quale deve essere libera di contrarsi senza vincoli. durante le fasi di ultimazione della preparazione della massicciata, verificata la planarità, bisognerà determinare il coefficiente di Winkler, che verrà testato mediante l'unica prova normata della "piastra statica". La piastra statica é una piastra di 76 centimetri di diametro, su cui viene applicata una pressione, al fine di determinare, per deformazione, il coefficiente di Winkler. Purtroppo la piastra statica ha importanti limiti, in quanto richiede la presenza in cantiere (a totale disposizione) di un camion od una betoniera, oltre che parecchio tempo per realizzare ogni singola prova. In una giornata di lavoro si possono realizzare tre o quattro prove, quindi collaudare una massicciata di circa mille metri quadri. Al mio fianco trovate uno strumento molto piccolo e semplice ma estremamente util, si tratta della PIASTRA DINAMICA; é uno strumento che purtroppo non é normato in Italia (mentre lo é in Germania ed Inghilterra...), ma ci consente con decine di veloci prove, di determinare velocemente l'omogeneità di compattazione della massicciata. Per quanto riguarda i valori, la normativa di riferimento prevede che per un pavimento a prestazione debba poggiare su una massicciata che presenti un valore di portanza non inferiore a 0,06 N/mm3. Questi valori possono essere ottenuti solo con una massicciata realizzata in opportuna curva granulometrica e non con materiali di scarto ed un opportuno grado di compattazione.


 

Immagine

Un altro errore molto banale, ma che deve categoricamente essere evitato, é quello di apporre tubazioni sopra od all'interno della massicciata! anche se queste sono rinfiancate con malta cementizia, non cambia nulla!
Esse creano una drastica riduzione dello spessore del massetto, un indebolimento della struttura con possibili cedimenti, oltre che un vincolo/impedimento allo scorrimento del calcestruzzo. Questo va assolutamente evitato!
LE TUBAZIONI VANNO INTERRATE SOTTO LA MASSICCIATA!

Se dovete pertanto realizzare un pavimento e volete che lo stesso sia durevole e NON cedevole per i prossimi decenni, prestate MOLTA attenzione alla massicciata, ricordo che questa é ciò che supporta il pavimento industriale in calcestruzzo
Assicuratevi che la massicciata venga controllata e COLLAUDATA prima di proseguire con i getti di cls.

Perchè contattarci?

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi saperne di più?
Non esitare a scriverci, compila il modulo!

Vuoi iscriverti alla newsletter?
Accettazione Privacy Policy   *

Consulenza per pavimenti industriali in resina, cemento, calcestruzzo…

Un team di esperti con oltre 40 anni di specializzazione nel settore dei pavimenti industriali.


Hai problemi con un pavimento in cemento/calcestruzzo e non sai come risolvere?

Necessiti di una perizia od una consulenza in merito ad un pavimento in resina che non soddisfa le tue aspettative?

Il pavimento industriale che hai realizzato si sta precocemente deteriorando?

Necessiti di supporto tecnico (CTP) per un contenzioso?

Esperto Online