Il pavimento industriale di qualità

13/02/2012

Immagine Tutti chiedono qualità, purché questa non influisca sul prezzo dell’opera.

Tutti chiedono qualità, purché questa non influisca sul prezzo dell’opera.

Se vi dicessi che il pavimento che vedete nella foto ha poco più di 2 anni di vita, pensereste ovviamente che sto mentendo. Eppure si tratta della realtà.

Siamo sinceri: tutti sanno che qualità ed economicità non vanno proprio di pari passo.
Un pavimento industriale di qualità non deve necessariamente essere molto costoso.
Al contrario, un pavimento estremamente economico non sarà sicuramente un pavimento di qualità.

Da un pavimento industriale in calcestruzzo ci si aspetta buone resistenze, durabilità, assenza di polverosità, etc..
Purtroppo, molte pavimentazioni industriali non soddisfano questi requisiti minimi, in quanto realizzate nella più estrema economia.
Capita molto frequentemente di imbatterci in pavimenti fortemente degradati e con gravi problematiche, nonostante siano stati realizzati da pochi anni od addirittura mesi (!) i quali necessitano già di cospicui interventi di recupero e manutenzione.
Il clima crisi economica ha accentuato una situazione già critica. I pavimenti in calcestruzzo divengono sempre più economici e gli spessori medi dei massetti hanno raggiunto il ridicolo.
 

Immagine Per chi crede che la qualità sia un investimento per il futuro...

Per chi crede che la qualità sia un investimento per il futuro...

Se desiderate un pavimento industriale durevole, che mantenga un giusto rapporto qualità/prezzo, è sufficiente seguire alcuni accorgimenti fondamentali prima della costruzione:

  • massicciata di sottofondo: è il terreno di supporto su cui poggia il pavimento. Se il terreno è cedevole, il pavimento ne subirà le conseguenze. Sono necessari test di cedimento (prova alla piastra) e conseguentemente una adeguata preparazione.
  • Dimensionamento del massetto: lo spessore del massetto di calcestruzzo deve essere frutto di adeguati calcoli strutturali, e non in base alla semplice esperienza del costruttore.
  • Dimensionamento dell’armatura. Anche l’armatura (rete elettrosaldata o fibre) deve essere frutto di scelte ponderate
  • Le materie prime: un pavimento in calcestruzzo è fondamentalmente costituito di… calcestruzzo! È pertanto la prima materia da costruzione su cui prestare le proprie attenzioni.
  • Giunti di costruzione: meglio in acciaio. I giunti di costruzione sono quelle giunture che costituiscono il confine tra due diversi getti di pavimentazione. In commercio esistono appositi giunti in acciaio da “annegare” nel getto di calcestruzzo. Tali giunti in acciaio hanno sicuramente un costo non indifferente, ma vi proteggeranno da sicuri e costosi interventi di manutenzione nel futuro.
  • Il quarzo serve ma non fa miracoli. La miscela di inerti utilizzata come corazzante superficiale serve ad aumentare la resistenza all’abrasione, non aumenta la resistenza al cedimento od alla compressione! Per pavimenti sottoposti ad usura medio-grave, è preferibile utilizzare corazzanti metallici od a base di corindone.
  • Prevedete sin da subito l’applicazione di un consolitante-antipolvere. Il calcestruzzo è soggetto alla formazione di polvere e presenta un elevato potere assorbente che ne rende difficile la pulizia. Un consolidante-antipolvere come ad esempio un trattamento a base di silicati di sodio o litio ha un costo ridotto, ma offre drastici miglioramenti tecnici ed estetici del pavimento in cls, eliminando definitivamente il problema della polverosità e della difficoltà di pulizia.

Si tratta solamente di brevi consigli spiccioli, dato che un buon pavimento non si ottiene solamente seguendo 7 indicazioni, ma per un profano del settore possono fare la differenza.

Citando il poeta e scrittore John Ruskin: “E' imprudente pagare troppo, ma peggio ancora e' pagare troppo poco. Quando paghi troppo, perdi un po' di soldi, e' vero, ma e' tutto qui. Quando invece paghi troppo poco, rischi di perdere tutto, perche' cio' che hai comperato non e' in grado di fare il lavoro per cui l'avevi acquistato.
La legge comune degli affari nega la possibilita' di pagare poco e ottenere molto: cio' non puo' accadere.”

 

Perchè contattarci?

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi saperne di più?
Non esitare a scriverci, compila il modulo!

Vuoi iscriverti alla newsletter?
Accettazione Privacy Policy   *

Consulenza per pavimenti industriali in resina, cemento, calcestruzzo…

Un team di esperti con oltre 40 anni di specializzazione nel settore dei pavimenti industriali.


Hai problemi con un pavimento in cemento/calcestruzzo e non sai come risolvere?

Necessiti di una perizia od una consulenza in merito ad un pavimento in resina che non soddisfa le tue aspettative?

Il pavimento industriale che hai realizzato si sta precocemente deteriorando?

Necessiti di supporto tecnico?

Esperto Online